A Spoleto alta formazione su chirurgia robotica in urologia

[ tutte le immagini saranno scelte sulla base del vostro target di riferimento ]

A Spoleto alta formazione su chirurgia robotica in urologia

Ospedale tra primi a dotarsi del robot chirurgo Da Vinci

A Spoleto alta formazione su chirurgia robotica in urologia

Condividi

Si svolgerà all’ospedale di Spoleto, dal 4 al 6 aprile, un corso di alta formazione, teorica e applicativa, sulla chirurgia robotica in ambito urologico.
Dalla sua prima introduzione nel 2000 negli Stati Uniti, il robot chirurgo "DaVinci" ha avuto una diffusione sempre maggiore, considerando che solo in Italia esistono oggi oltre 100 sale operatorie che lo hanno a disposizione.

"Il maggior ambito di applicazione - spiega il dott. Luigi Mearini, direttore della Struttura Complessa di Urologia nonché direttore del dipartimento di Chirurgia dell’Azienda Usl Umbria 2 - è quello urologico, dove i vantaggi di una chirurgia mininvasiva e di precisione meglio si esplicano in termini oncologici e di risparmio della funzione (vedi continenza e potenza sessuale negli interventi di prostatectomia radicale, conservazione della funzione renale nella chirurgia nephron-sparing). L’Urologia - spiega il professionista - rappresenta quindi da sola circa il 60% di ambito di utilizzo di tale sofisticato strumento chirurgico".

L’ospedale "San Matteo degli Infermi" di Spoleto - ricorda una notga della Usl Umbria 2 - è stato una delle prime realtà italiane a dotarsi di tale tecnologia, grazie alla lungimiranza del dott. Luciano Casciola, che tanti anni fa ha lanciato e oggi lasciato una importante tradizione chirurgica.

In onore a questa tradizione, e cercando di essere di supporto alle nuove generazioni di chirurghi che si avvicinano a questa tecnica, e per un confronto costruttivo con chi già ha iniziato ad approcciare il robot chirurgo, il dott. Carlo Vivacqua, dirigente medico di Urologia della USL Umbria 2, in qualità di responsabile scientifico, ha organizzatoil corso dedicato alle applicazioni della chirurgia robotica in ambito urologico.

Il corso si sviluppa con una prima giornata teorica, con relazioni e discussioni frontali, seguita da due giornate di attività chirurgica sul campo, focalizzate sul trattamento del tumore della prostata e sul tumore del rene.


Condividi
Video

Aprile 2022 © ansa.it

Plan responsive web design by Qrely.com

scegli la tua idea di digitale
scegli la tua idea di digitale tra tante proposte responsive web design

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook page

Plan responsive web design by Qrely.com


Precedente


The BMW Vision M NEXT

Il vostro nuovo web prêt-à-porter